Tibet

Pippo Di Noto

Sintemu, alivoti, bisognu

di siri mpuntiddu

spirdutu nnô spazziu

c’ascuta, ‘nsilenziu,

li veri palori,

ciusciati dô ventu,

ca percia li carni

e ‘mpriaca a murudda,

dda-ssupra ntô Tibet.

E ddocu, capemu

ca nzoccu circamu

l’avimu intr’e nui. 

TIBET – Sentiamo, talvolta, il bisogno / di essere un punto / nel cosmo / che ascolta, in silenzio, / le vere parole, / soffiate dal vento, / che penetra dentro la carne / e ubriaca la mente, / là in alto, sul Tibet. / E lì, comprendiamo / che ciò che cerchiamo / è dentro di noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *