Il senso del male di Corrada Biazzo Curry. Dolore e nostalgia per la terra lontana

Il senso del male di Corrada Biazzo Curry. Dolore e nostalgia per la terra lontana

 Il senso del male, raccolta di poesie di Corrada Biazzo Curry, è una raccolta di poesie dove sono i ricordi a lacerare l’anima che a sua volta li traduce in forti sensazioni e poi in versi. È vero, ci si ammala di ricordi, come la stessa poetessa ha voluto ricordarci nell’introduzione con un trafiletto di Museo d’ombredi Gesualdo Bufalino. Ma lo stesso scrittore ci ricorda che se «…di ricordi mi ammalo, …di ricordi mi curo.» Ed è così che la poetessa, originaria di Comiso, ora residente in Louisiana, cerca di superare e guarire dalla nostalgia della sua terra lontana. Il suo linguaggio poetico è esplicito. Attraverso il dolore manifestato nelle parole che evocano la sua Comiso, la sua Sicilia, la sua Italia, la sua Roma, Corrada Biazzo trova sollievo e cura la sua anima tormentata dall’estraneità della nuova terra che la ospita. 

«Il libro – scrive l’autrice – mette in luce un immenso amore per la propria patria che rimane costantemente nei pensieri della protagonista, tesa fra la pace della “terra strana” e le sue radici sofferte». 

[Leggi l’intera recensione su Ondaiblea: in questo link]

La fede

E se ci fosse davvero 
un’altra vita
dopo la fine
della favola umana
passata così in fretta?
E se ci accogliesse
una Divina Natura
gente gioiosa
senza più dolore
in una Terra immortale?
E se ci fosse 
una promessa
di sorrisi eterni?

Giovannella Galliano

Leggi tutta la recensione su Ondaiblea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *